L'haggis

Ricerca veloce

Cerca per destinazione

Cerca alloggio

Stanza
Se riservi un alloggio con uso cucina seleziona 1 stanza/unita'/proprieta' per il totale di adulti e bambini.

Cerca eventi

Data di inizio
Data di fine

Cerca cose da fare

Cerca gastronomia

  • Haggis e whisky
    Haggis e whisky
  • Un haggis in mostra
    Un haggis in mostra
  • Un antipasto a base di haggis
    Un antipasto a base di haggis

L'haggis, il piatto nazionale della Scozia, è il protagonista di ogni tradizionale "Burns Supper", ed è da lungo tempo conosciuto come uno dei simboli più famosi della Scozia. L'haggis ha oggi guadagnato popolarità anche al di fuori della Scozia e si tratta di un piatto versatile e apprezzato in qualunque stagione.

Che cos'è un haggis?
Contrariamente a ciò che pensano alcuni, non è possibile catturare un haggis sulla cima di una montagna o di una collina, né in una valle o brughiera scozzese. L'haggis è un tipo di insaccato, un piatto salato che combina carne, farina d'avena, sale e spezie. In passato era considerato un piatto da poveri e fatto con gli avanzi, mentre oggi è molto popolare e presente sui menu di tutto il paese.

L'haggis è spesso servito durante la famosissima "Burns Supper", una celebrazione internazionale e annuale della vita e delle opere del Bardo Nazionale Scozzese, Robert Burns. La tradizionale Burns Supper comprende un purè di rape bianche (neeps) e patate (tatties), haggis e whisky.

Tuttavia, gli haggis che si trovano al giorno d'oggi nei ristoranti e nei pub di tutta a Scozia sono serviti in maniera contemporanea con pietanze come "The Flying Scotsman", un petto di pollo ripieno di haggis, o l'ottimo "Balmoral Chicken", identico al primo, ma avvolto in uno strato di pancetta. È anche spesso disponibile un haggis vegetariano, fatto di avena e lenticchie.

Da dove proviene l'haggis?
La prima fonte scritta che menziona l'esistenza dell'haggis è dell'antico drammaturgo greco Aristofane nel 423 a.C.. Le origini effettive di questo piatto sono sconosciute, ma si dice che migliaia di anni fa i cacciatori mescolassero il lardo di animali che non poteva essere conservato con cereali, creando il primo haggis. Esso ha anche relazioni con i vichinghi, con forti somiglianze con la parola svedese "hagga" e l'islandese "hoggva", che significano entrambe "tagliare" o "abbattere". Ancora oggi è possibile trovare in Scandinavia alcuni piatti simili all'haggis.

Come si cucina l'haggis?
L'haggis deve essere riscaldato finché non diventa bollente, e può essere bollito nella sua confezione, cotto al forno o nel microonde, in quest'ultimo prestando attenzione a rimuovere la confezione, i fermagli di metallo e l'involucro esterno.

Questo piatto versatile non deve essere consumato soltanto durante la cena di Burns con " neeps and tatties". Perché non provare deliziosi nachos, tartine o lasagne all'haggis. Il libro di ricette di Jo Macsween, della famosa famiglia di Edimburgo produttrice di haggis, include 50 allettanti e originali ricette a base di questo ingrediente.

Scoprite di più sul libro Macsween Haggis Bible o visitate il sito dei Macsween.


Questo piatto versatile non deve essere consumato soltanto durante la cena di Burns con " neeps and tatties". Perché non provare dei deliziosi nacho, tartine o lasagne all'haggis. Il libro di ricette di Jo Macsween, della famosa famiglia di Edimburgo produttrice di haggis, include 50 allettanti ricette a base di haggis con uno stile particolare.

Scoprite di più sul libro Macsween Haggis Bible o visitate il sito Macsween.

Condividi