Il Blog

7 luoghi reali da visitare in Scozia

Gli splendidi giardini della residenza reale privata del Balmoral Castle, Royal Deeside, Aberdeenshire

La storia dei Reali ha avuto un’influenza formativa sul passato e sulla cultura della Scozia. Da Robert the Bruce ai suoi diretti discendenti, tra cui la regina Elisabetta II, il paese è ricco di luoghi e attrazioni che vantano con orgoglio i loro affascinanti legami e racconti regali. Da alcune delle nostre attrazioni più famose a luoghi con un’inaspettata pretesa di fama reale, scopri di più sul paese che è stata la meta di vacanza preferita della regina e della sua famiglia sin dai tempi della sua trisavola, la regina Vittoria.

Melrose Abbey

Location: Scottish Borders

Melrose Abbey, Scottish Borders

Melrose – una delle quattro magnifiche abbazie in rovina negli Scottish Borders

Robert the Bruce è un eroe nazionale, il re che ha combattuto per l’indipendenza della Scozia. La sua drammatica vita terminò nel 1329, non per ferite di battaglia, ma per quella che si pensa sia la lebbra. Come era consuetudine per l’epoca, il corpo del re e i suoi organi interni venivano seppelliti separatamente per essere imbalsamati. Ma c’era un dettaglio importante sulla sepoltura di Bruce che racconta una storia a parte: la rimozione e la sepoltura del suo cuore. Il sogno di Robert era fare un tour delle Terre Sante prima della sua morte. Se fosse morto prima di allora, chiese che il suo cuore andasse al suo posto e tornasse alla Melrose Abbey per essere sepolto. Questo compito è stato affidato a Sir James Douglas che ha indossato il cuore all’interno di un’urna di metallo su una collana durante il suo lungo viaggio a Gerusalemme. Questo fu interrotto quando Douglas morì in una battaglia contro i Mori in Spagna. E così, il cuore tornò in Scozia e fu sepolto vicino alla Melrose Abbey. Secoli dopo fu scoperto dagli archeologi e il desiderio di Bruce di 700 anni fu esaudito: nel 1996 il suo cuore fu finalmente sepolto nel monastero.

The Queen’s View

Location: Highland Perthshire

The Queen’s View che si affaccia su Loch Tummel, Highland Perthshire

The Queen’s View è un punto panoramico mozzafiato che abbraccia Loch Tummel, parte del Tay Forest Park,, e la caratteristica vetta dello Schiehallion. Non sorprende che sia uno dei punti panoramici più fotografati delle Highlands. Meno certa è l’identità della “Regina” a cui deve il suo nome. Si dice che fosse il luogo preferito di Isabella, la moglie del re Robert the Bruce. Altri dicono che sia stata la regina Vittoria, che dopo aver lanciato per la prima volta gli occhi sulla vista spettacolare, è rimasta così estasiata dalla sua bellezza che l’ha dichiarata sua all’istante! Fortunatamente, non c’è alcun ostacolo per nessuno, reale o meno, dal godersi questa vista da cartolina del Perthshire. Dirigiti semplicemente lì su uno dei sentieri che circondano lo stretto lago, che è lungo circa 7 miglia, o fai una breve passeggiata fino al punto panoramico dal parcheggio a pagamento fuori dalla B8019.  Successivamente, fai un salto nel centro visitatori dove troverai una caffetteria, servizi igienici e molte informazioni sulla natura e la storia della zona.

Aberdeen Art Gallery

Location: Aberdeen

Quando la regina Vittoria visitò per la prima volta la Scozia con il principe Alberto nel 1842 durante la sua luna di miele, scatenò la seconda grande storia d’amore della sua vita: una relazione profonda e duratura con il paese che sarebbe diventato il suo santuario. Dopo aver costruito il Balmoral Castle come loro rifugio privato la coppia ha contribuito a diffondere l’immagine romantica della Scozia che è ancora oggi conosciuta in tutto il mondo. L’Aberdeen Art Gallery custodisce un dipinto molto speciale che ritrae la regina all’apice del periodo più felice della sua vita. Ammira il ritratto di una giovane donna ottimista vestita di bianco esposto accanto al ritratto del suo amato principe tedesco. Questa immagine è in netto contrasto con le immagini della regina più tardi nella vita come una vedova dall’aspetto cupo in abiti neri. Troverai anche altre opere d’arte e manufatti che documentano la vita di lei e Albert in Scozia.

The Royal George Hotel

Location: Perth

Nel 1848, dopo una vacanza di tre settimane al Balmoral, la regina Vittoria e il principe Alberto stavano facendo il viaggio di ritorno verso sud in treno, , fermandosi a Perth lungo la strada. In una precedente visita in città, la regina aveva soggiornato con il conte di Mansfield nella sua casa ancestrale, Scone Palace. Tuttavia, il conte in quel momento era fuori città, quindi la regina scelse il lussuoso George Hotel, anche se modesto per gli standard reali, per il suo primo soggiorno in hotel. Durante la sua breve visita, si dice che la regina abbia insistito per essere trattata come qualsiasi altro ospite. Dopo la sua partenza, l’hotel è stato ribattezzato “The Royal George” per volere della regina. Ancora oggi gli ospiti possono vedere nel salone il Royal Warrant, uno stemma che contraddistingue i fornitori di corte. È esposto con orgoglio tra due lampade ricavate dalle colonne del letto su cui la regina dormiva durante la sua visita.

The Balmoral Pyramid

Location: Royal Deeside, Aberdeenshire

I cairn sono ammassi di pietra artificiale che sono stati costruiti in Scozia per ragioni pratiche e simboliche fin dalla preistoria. La regina Vittoria e il principe Alberto costruirono i loro cairns a testimonianza del loro amore e della loro vita familiare insieme. Nella tenuta di Balmoral puoi trovare 11 di questi cairns che la coppia reale aveva costruito per i matrimoni dei loro figli. Il cairn più notevole, tuttavia, è la Balmoral Pyramid, conosciuta anche come Prince Albert’s Cairn. Victoria lo eresse nel 1862 dopo la morte di Albert. La pianta della piramide è di ben 12 per 12 metri. Alla base presenta un’iscrizione addolorata: “All’amata memoria di Albert, il grande e buon principe consorte, eretto dalla sua vedova dal cuore spezzato, Victoria “. Da dove si trova il cairn, puoi ammirare lo splendido paesaggio del Royal Deeside dell’Aberdeenshire che il tedesco Albert amava tanto quanto il suo paese natale

Glamis Castle

Location: Angus

Il notevole castello di Glamis in arenaria rossa, Angus

Potrebbe non essere così noto come il Balmoral, ma il castello da favola di Glamis ha svolto un ruolo importante nell’infanzia della regina Elisabetta II e della sua defunta madre, Elizabeth Bowes-Lyon. Glamis era la casa di famiglia della regina madre, Elizabeth Bowes-Lyon, e appartiene alla famiglia Lyon dal 14° secolo. Fu qui che trascorse un’infanzia felice e sarebbe tornata molte volte con suo marito il principe Albert (il futuro re Giorgio) e le loro due figlie, Elisabetta e Margherita, per vivere una vita più libera lontano dai protocolli di corte. La principessa Margaret è nata qui nel 1930 e nel parco a est del castello si trova il grazioso memoriale della figlia più giovane della regina madre. Gli ampi giardini sono rinomati per la loro bellezza e il castello stesso è profondamente intrecciato con la storia della Scozia, sia come residenza reale che come sede immaginaria del Macbeth di Shakespeare. Abbellisce anche la banconota scozzese da £10!

The Royal Yacht Britannia

Location: Edinburgh

Il ponte immacolato del Royal Yacht Britannia, Leith, Edinburgh

I reali hanno sempre amato stare in acqua e da nessuna parte questo è più evidente che sul Royal Yacht Britannia. Costruito a Glasgow da John Brown & Co, la nave offre uno sguardo affascinante dietro le quinte della vita e dei doveri della famiglia reale. Dopo 44 anni in servizio durante i quali la nave ha rappresentato gli interessi britannici in tutto il mondo, ha ospitato innumerevoli dignitari e ha ospitato quattro lune di miele reali, lo yacht è stato ritirato nel 1997. Oggi è ancorato a Leith e attira visitatori da tutto il mondo per vedere la State Dining Room dove la regina ha ricevuto capi di stato e altri ospiti famosi. Le cabine private semplici ma confortevoli sono aperte anche ai visitatori. La regina una volta ha descritto lo yacht come “l’unico posto in cui posso davvero rilassarmi”. Sebbene le crociere annuali intorno alle Ebridi Esterne siano ormai un ricordo del passato, lo yacht è ancora occasionalmente utilizzato dai reali per feste private di famiglia, come il ricevimento per l’aperitivo prima del matrimonio di Zara Philips, la nipote maggiore della regina.

Altre cose che ti potrebbero piacere:

Comments