Consigli sul Coronavirus (COVID-19). Da ora potrete fare una ricerca sul nostro sito internet e leggere la lista dei business che hanno riaperto e che fanno parte del Good to Go Scheme. Consultando la nostra pagina web potrete trovare maggiori informazioni su come visitare la Scozia durante il Covid19.

Il Blog

FAI UN TOUR VIRTUALE DEI SITI STORICI DELLA SCOZIA

La Scozia è ben nota come una terra antica con una storia affascinante. Ciò che potresti non sapere, tuttavia, è a quanto lontano nel tempo questa storia risale: alcuni dei nostri siti sono più antichi delle grandi piramidi egiziane di Giza e dei monoliti di Stonehenge in Inghilterra.

Sebbene al momento non sia possibile visitare le centinaia di siti storici della Scozia, attraverso le meraviglie della tecnologia moderna, è possibile visitare virtualmente alcuni di questi luoghi meravigliosi. Alcuni link qui sotto ti porteranno a scoprire incredibili rendering 3D di siti selezionati. Scopri di più su questi siti storici e per alcuni di loro, puoi anche vedere come avrebbero potuto apparire durante il loro periodo di massimo splendore.

Una volta che sarà sicuro farlo, noi speriamo che tu possa visitare questi luoghi speciali. Nel frattempo, #staysafe – rimani al sicuro – e rilassati con un wishky, seduto sulla tua poltrona preferita mentre ti godi un tour virtuale di alcuni dei siti storici della Scozia.

Il NEOLITICO, L’ETÀ DEL BRONZO & DEL FERRO IN SCOZIA

La storia della Scozia risale a molti millenni fa e questo è estremamente evidente nelle isole Shetland, Orcadi ed Ebridi Esterne. Risalenti a circa 5.000 anni fa, troverai alcune delle strutture più antiche d’Europa in questi luoghi speciali.

Si potrebbe presumere che i primi coloni non fossero sofisticati e che fossero incivili. Tuttavia, gli scavi archeologici continuano a dimostrare che questi isolani erano intelligenti e colti. Molte delle strutture che hanno costruito lo riflettono e un gran numero di queste rimane sorprendentemente intatto fino ad oggi.

Mousa Broch, Shetland Islands

Mousa Broch, Shetland Islands © Historic Environment Scotland

Risalente a 2000 anni fa, il sito di Mousa Broch è presente in modo prominente nell’antica storia norrena delle isole Shetland. Questa è una solida roccaforte che proteggeva i suoi occupanti dagli elementi e dagli invasori e dove si trova la torre di pietra più alta delle oltre 500 che furono costruite in tutta la Scozia durante quel periodo.

Jarlshof settlement, Sumburgh, Shetland Islands

L’insediamento di Jarlshof, Sumburgh, Shetland Islands

Soggiornando nelle Shetland, ci dirigiamo a sud verso le incredibili strutture di Jarlshof vicino all’aeroporto di Sumburgh. Questo è uno dei migliori siti archeologici del Regno Unito. L’insediamento fu fondato per la prima volta oltre 4.000 anni fa durante l’età del bronzo e poi abitato ininterrottamente durante l’età del ferro, il periodo norreno, il Medioevo e fino al 17° secolo.

Viking graffiti in Maes Howe Chambered Cairn, Mainland, Orkney

Graffiti Vichinghi nel tumulo di Maes Howe, Mainland, Orkney ©Historic Environment Scotland

Successivamente, attraversiamo il Mare del Nord per le isole Orcadi. Come per le Shetland, l’influenza dei coloni neolitici e norreni è ancora visibile oggigiorno. Accanto ai siti più famosi che fanno parte del patrimonio mondiale come Skara Brae, Maes Howe e il Cerchio di Brodgar, troverai anche una collezione senza pari di edifici ben conservati che sono pieni di mistero e mito, sia sulla terraferma che sulle isole periferiche.

Midhowe Chambered Cairn, Rousay, Orkney Islands

Midhowe Chambered Cairn, Rousay, Orcadi © Historic Environment Scotland

Sull’isola di Rousay, ad esempio, troverai Midhowe Chambered Cairn (Un tumulo funerario), che si ritiene risalga al 3.500 a.C. Con i suoi 23 metri di lunghezza, questo è il più grande tumulo funerario delle Orcadi e uno dei 15 trovati solo a Rousay! C’era chiaramente una fiorente comunità intorno a  Midhowe Broch, uno dei nove broch – torre di pietra – che punteggiavano le rive dell’Eynhallow Sound e dove probabilmente i capi dell’insediamento sarebbero stati sepolti nel tumulo.

Wideford Hill Chambered Cairn, Kirkwall, Orkney

Wideford Hill Chambered Cairn, Kirkwall, Orcadi © Historic Environment Scotland

Vicino a Kirkwall, la “capitale” delle Orcadi, troverai il tumulo di Wideford Hill. Scavato sulle pendici nord-occidentali della collina, si ritiene che questo tumulo abbia più di 5.000 anni. È possibile raggiungere a piedi il sito da Kirkwall, durante una giornata limpida e quando sarà sicuro visitarlo di nuovo. Questo sito offre una vista mozzafiato sulle isole esterne.

Unstan Chambered Cairn, Mainland, Orkney

Unstan Chambered Cairn, Orcadi © Historic Environment Scotland

Guardando ad est sul Loch of Stenness, verso i meravigliosi siti neolitici del Cerchio di Brodgar, le Pietre Monolitiche di Stenness e il promontorio di Brodgar, Unstan Chambered Cairn (un altro tumulo funerario) offre una vista mozzafiato su un paesaggio antico. Questo sito è particolarmente noto per i ritrovamenti delle mercanzie di Unstan – ceramiche dal design elegante che sono state trovate in alcuni degli altri sepolcri delle Orcadi.

Dun Carloway Broch, Isle of Lewis, Outer Hebrides

Dun Carloway Broch, Isola di Lewis, Ebridi Esterne © Historic Environment Scotland

La nostra odissea virtuale ci porta ora sulle Ebridi Esterne e sull’Isola di Lewis, dove esploriamo Dun Carloway Broch. Come alcune delle controparti delle isole settentrionali, questo è un altro esempio di una torre di pietra meravigliosamente ben conservata, che si trova in uno scenario spettacolare.

The Poltalloch Stones, Kilmartin Churchyard, Argyll & The Isles

Poltalloch Stones, Kilmartin Churchyard, Argyll © Historic Environment Scotland

Naturalmente, non tutti i principali siti preistorici della Scozia sono limitati alle isole. A Kilmartin Glen, in Argyll, troverai oltre 350 luoghi storici, che vanno dalle pietre monolitiche e antiche sculture, alla pietre coppellate, fino al fortino di Dunadd, che un tempo era il luogo di incoronazione dei nostri primi re.

I Romani in Scozia

I Romani iniziarono la loro conquista della Scozia intorno al 70 d.C., sebbene trovarono i caledoniani ribelli un po’ problematici. Nel 14 d.C., l’imperatore Tito Elio Aurelio Cesare Antonino ordinò la costruzione del Vallo Antonino come la frontiera più settentrionale dell’Impero, e molto probabilmente per dimostrare la potenza romana ai turbolenti abitanti del luogo. Nel 2008 i resti del muro sono diventati patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Il muro correva dal Firth of Clyde al Firth of Forth, questa era una parete alta 3 metri, per lo più in terra, probabilmente sormontata da fortificazioni in legno con un profondo fossato. Lungo i suoi 57 chilometri di lunghezza correvano 16 forti, ospitando un presidio combinato di circa 7000 legionari.

A reconstruction of Bar Hill Fort, part of the Antonine Wall, Twechar, East Dunbartonshire

Una ricostruzione della fortezza di Bar Hill, parte del Vallo Antonino, East Dunbartonshire © Historic Environment Scotland

Le rovine di Bar Hill Fort – la fortezza di Bar -, che si trovano su un sito strategico ed in altura vicino a Twechar, è uno dei meglio conservati di questi forti, anche se stranamente non giace direttamente sul muro stesso. Le fondamenta del forte, il quartier generale e il bagno sono chiaramente visibili oggi, se hai intenzione di visitare il sito quando sarà di nuovo consentito.

Il Medioevo e Il Rinascimento

La Scozia medievale era un luogo un po’ turbolento, dove le rivalità tra nobili e clan dominavano il paesaggio e la popolazione. Castelli con pareti spesse offrivano ai propietari terrieri, ai loro parenti e ai loro servitori una protezione dai nemici durante le guerre e, di conseguenza, migliaia di castelli furono costruiti durante questo periodo.

Braemar Castle, Royal Deeside, Aberdeenshire

Castello di Braemar, Royal Deeside, Aberdeenshire

Costruito nel tardo medioevo come base di caccia e status symbol dal potente 2º Conte di Mar, il Castello di Braemar, nel Royal Deeside, ha avuto un ruolo di spicco durante la sommossa giacobita. Anche la regina Vittoria, che amava questa parte della Scozia, visitò il castello. Oggi è in fase di restauro ed è gestito dalla comunità locale come una popolare attrazione per i visitatori. Perché non visitarlo, quando la Scozia riaprirà le sue porte ai visitatori?

Blair Castle, Blair Atholl, Perthshire

Castello di Blair, Blair Atholl, Perthshire

Il castello di Blair ha visto molti cambiamenti nel corso dei secoli e ha molte storie raccapriccianti da svelarci. Questa è l’antica sede dei formidabili Duchi di Atholl ed è stata fondata per la prima volta da Giovanni Comyn I, signore di Badenoch. La parte più antica del castello, la Torre di Comyn, risale al 1269 e il castello fu ampliato con vari edifici aggiunti fino al XIX secolo. Tra i visitatori importanti del castello di Blair figurano Maria Stuarda e la regina Vittoria. Il Castello fu preso da Robert the Bruce, assediato dalle forze di Cromwell e ha svolto un ruolo importante durante le rivolte giacobite.

Stirling Castle

Castello di Stirling, Stirling

Di importanza regale e strategica, il Stirling Castle è stato sia un palazzo reale che una possente fortezza. Il castello gode di una posizione dominante con scarpate su tre lati che dominano la città e le fertili terre intorno al fiume Forth. Ha avuto un ruolo importante durante le guerre di indipendenza scozzese e alcune parti del castello risalgono al 14° secolo, con altri edifici aggiunti tra il 15° e il 18° secolo.

The Palace of Holyroodhouse and Holyrood Park with Edinburgh beyond

Il Palazzo di Holyroodhouse e il Parco di Holyrood con Edimburgo sullo sfondo

Fondato come monastero agostiniano da Davide I nel 1128, il Palazzo di Holyroodhouse è la residenza ufficiale di Sua Maestà la regina, in Scozia. Originariamente costruito come abbazia, il palazzo è stato al centro della storia scozzese per molti secoli. È stato qui che Robert the Bruce ha tenuto due parlamenti, dove i membri della famiglia reale sono stati incoronati, dove si sono sposati e dove sono stai sepolti. Qui è dove, Maria Stuarda Regina degli Scozzesi, si è sposata due volte e dove il suo segretario privato, David Rizzio, è stato assassinato di fronte a lei. Gran parte dell’attuale palazzo fu costruito durante il XVI e il XVII secolo.

A 3D visualization of Edinburgh Castle Una visualizzazione in 3D del castello di Edimburgo © Historic Environment Scotland

Il castello di Edimburgo è uno dei monumenti più amati e conosciuti al mondo. Dominando dall’alto la città, è servito da residenza reale, fortezza, prigione e presidio militare ed ora è una delle attrazioni turistiche più popolari della Scozia. Il castello ha avuto un ruolo di primo piano nella storia scozzese ed è considerato il luogo che ha subito più assedi in Gran Bretagna. È lì che nacque Giacomo VI di Scozia (I d’Inghilterra) ed è stato protagonista persino durante le guerre napoleoniche e mondiali e tuttora serve da presidio militare. Sebbene non sia possibile visitarlo al momento, un nuovissimo modello 3D di Historic Environment Scotland è un ottimo modo per apprezzarne la grandezza e lo splendore.

Smailholm Tower by Kelso, Scottish Borders

Torre Smailholm, Kelso, Confini Scozzesi © Historic Environment Scotland

In tempi passati, i conflitti lungo il confine anglo-scozzese erano comuni, sia che fossero di natura militare o legati ai Borders Reivers che razziavano bestiame e cavalli. Di conseguenza, furono costruite una serie di torri difensive di guardia, per difendersi da predoni e invasori. Con pareti spesse oltre 2,5 metri, la Torre Smailholm è una di queste torri ed è stata costruita nel 15 ° secolo. La splendida e isolata posizione della torre sulla Lady Hill offre una vista straordinaria sui confini scozzesi e sul Northumberland in Inghilterra, dando ai suoi occupanti tempo per rispondere agli eventuali problemi provenienti da lontano!

Caerlaverock Castle, Dumfries & Galloway

Castello di Caerlaverock, Dumfries & Galloway © Historic Environment Scotland

Il castello di Caerlaverock a Dumfries e Galloway è uno dei castelli più singolari della Scozia, se non del Regno Unito. La sua struttura triangolare solida e distintiva con torri sentinella a est (ora una breve rovina) e le zone a ovest (ancora per lo più complete), combinate con un imponente portone a doppia torre, incastonato in un profondo fossato, resistette a diversi assedi e deve essere sembrato inespugnabile ai potenziali aggressori.

Storia Moderna

Andrew Carnegie Birthplace Museum, Dunfermline, Kingdom of Fife

Andrew Carnegie Birthplace Museum, Dunfermline, Fife

La nostra ultima tappa di questo tour virtuale è al Andrew Carnegie Birthplace Museum di Dunfermline. Il museo celebra la straordinaria vita di uno degli industriali e filantropi di maggior successo della Scozia, nato in questa storica città. Scopri com’è stato per Carnegie crescere nel 19° secolo nella regione del Fife, su come ha avviato la sua prima attività nella cosiddetta città dell’acciaio – Pittsburgh – in America, e come ha guidato l’industria siderurgica americana ed è diventato l’uomo più ricco del mondo.

I siti storici sopra menzionati, offrono una piccola fotografia dell’affascinante storia della Scozia. Scopri di più sulle pagine della nostra dai siti Web di Historic Environment Scotland e National Trust for Scotland.

 

Comments

Politica sui cookie

VisitScotland utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente sul nostro sito. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Si prega di leggere la nostra politica sulla privacy e sui cookie per ulteriori informazioni.