Consigli sul Coronavirus (COVID-19). Da ora potrete fare una ricerca sul nostro sito internet e leggere la lista dei business che hanno riaperto e che fanno parte del Good to Go Scheme. Consultando la nostra pagina web potrete trovare maggiori informazioni su come visitare la Scozia durante il Covid19.

Il Blog

LA FOTOGRAFIA NATURALISTICA: IN CERCA DEI GATTI SELVATICI DELLA SCOZIA, DELLE LONTRE E DELLE AQUILE

La Scozia è la casa di affascinanti animali selvatici, tra i quali lo scoiattolo commune, il cervo nobile ed alteri esemplari più esotici ed elusivi come il gatto selvatico della Scozia, la foca, il delfino e l’aquila di mare. George Turner,  fotografo naturalista e utente di Instagram si è da poco imbarcato in un epico viaggio intorno alla Scozia per cercare di catturare con la sua macchina fotografica esempi iconici della natura e della fauna Scozzese ed ha acconsentito a documentare il suo viaggio per VisitScotland con le sue foto e con i suoi appunti.

George looks out on the Quiraing, Skye

George volge lo sguardo al Quiraing, Skye | Foto di George Turner

“Armato di macchina fotografica (e zaino pieno di teleobiettivi per la telecamera) sono partito per il lungo viaggio da Southampton, in Inghilterra. La mia missione? Trovare, osservare e fotografare le fantastica varietà del panorama scozzese.

La mia prima tappa è stata il paesaggio aspro e remoto di Assynt, Wester Ross. Pochi turisti si avventurano cosí tanto a nord, rendendolo la destinazione perfetta per osservare la flora e la fauna indistrubati. Il gatto selvatico della Scozia era in cima alla mia lista di animali da avvistare e fotografare, una variante nativa della Scozia,  endemica (e in via di estinzione) del gatto selvatico Europeo.

ALLA RICERCA DEI GATTI SELVATICI A WESTERN ROSS

Prima di partire per il viaggio, mi sono consultato con diversi ricercatori e mi é stato detto che alcuni esemplari sono stati osservati recentemente nei pressi di  Loch Sionascaig. Poiché il gatto selvatico esce allo scoperto prevalentemente all’alba, sono uscito all’ora piuttosto sconveniente delle 4 di mattina, munito di macchina fotografica e rete mimetica.

Goat in Wester Ross

George incotra una capra a Wester Ross | Foto di George Turner

Vi risparmio i dettagli: non ho avuto fortuna. Nonostante io sia rimasto seduto in attesa per tre gironi, con pioggia torrenziale e venti fortissimi all’alba e al crepuscolo, la bestia continuava a sfuggirmi. Nel tentative di cambiare scenario un freddo pomeriggio mi sono incaminato sul monte Stac Pollaidh e giunto a metá via ho montato la mia rete mimetica e mi sono messo ad aspettare.

Questo è stato il mio incontro più ravvicinato con questo animale mistico. Al crepuscolo inoltrato, mentre l’oscurità stava incominciando a calare, ho intravisto il movimento di una coda a striscie a circa 100 m di distanza. Questo è successo nel giro di 3 secondi e la visibilità era scarsa, quindi non posso dire per certo se si trattasse di un gatto selvatico o di un gatto domestico. A me piace pensare che questo gatto selvatico abbia fatto una breve comparsa per deridere i miei tentative di avvistarlo!

Beach

La Spiaggia di Clachtoll, ad Assynt | Foto di George Turner

Mentre mi trovavo ad Assynt, mi sono assicurato di non sprecare un minuto del mio tempo, fotografando paesaggi dall’alba al crepuscolo. A causa della scarsa visibilità – e delle nuvole che coprivano le montagne iconiche – ho deciso di dirigermi a nord verso le leggendarie spiagge di Achmelvich e Clachtoll. A parte il vento pungente, si potrebbe facilmente pensare che Clachtoll si trovie nelle Seychelles!

AQUILE E TRAMONTO A SKYE

In seguito mi sono diretto a sud, verso l’amata isola di Skye. Avendo gia visitato l’isola lo scorso Dicembre per ammirare i paesaggi spettacolari, questa volta avevo deciso di approfondire la mia conoscienza del luogo, esplorando piú a fondo ogni angolo dell’isola per osservare tutto ciò che la rende cosí speciale.

Highland Coo in Skye

Mucca delle Highland nell’isola di Skye | Foto di George Turner

La mattina successiva (io ed il mio collega Instagrammer @ali.horne) ci siamo incamminati sul Quiraing per vedere l’alba, arrampicandoci su una cima per poterci godere meglio lo spettacolo. Madre natura aveva in serbo altri piani e siamo stati colpiti da grandine, neve e pioggia.

Avevamo sentito dire che più a sud il tempo era migliore, quindi siamo saliti in macchina e ci siamo precipitati alle Fairy Pools, protette in un’angolo di Glen Brittle.

Questi specchi d’acqua avevano davvero un che di mistico, come il loro nome sembra suggerire.Acqua azzurra e cristallina, gole intricate create dall’acqua scrosciante, stupende cascate ed il miglior sfondo possibile: Le Cuillin Hills.

Fairy Pools, Skye

Le iconiche Fairy Pools sull’isola di Skye | Foto di George Turner

Passate alcune ore ci siamo diretti verso il piccolo paese di Elgol, affacciato sulla costa, famoso per la magnifica vista delle Cullins sul mare. Alcune persone del luogo ci hanno parlato di lontre Europee alimentando la mia speranza di vederne una.

Sunset at Elgol

Tramonto ad Elgol | Foto di George Turner

Purtroppo niente lontre… però abbiamo visto alcune aquile di mare a coda bianca volare in cerchio in lontananza. Questo avvistamento ed il tramonto stupendo ci sono bastati come ricompensa.

La mattina dopo siamo andati sul Quiraing (di nuovo!) per vedere il tramonto. Di notte aveva nevicato e le temperature erano scese rendendo il nostro viaggio in macchina rischioso. All’arrivo però abbiamo avuto la nostra ricompensa. Una luce dorata cha illuminava il Totternish Ridge ed il paesaggio circostante.

Sunset over the Quiraing

Il sole che tramonta sul Quiraing, vista dall’Isola di Skye | Foto di George Turner

Ali é poi tornato a casa sua a Glasgow e io ho guidato verso sud fino ad Argyll, alla ricerca del gatto selvatico e della lontra Europea. Allerta spoiler: Ho trovato uno dei due… indovina quale!

LE LONTRE AD ARGYLL

Argyll è famosa per la sua varietá di fauna marina; balene, delfini, foche, uccelli marini. Di il nome di un animale marino qualsiasi e quasi sicuramente lo portrai trovare ad Argyll. Con una sovrabbondanza di isole, laghi e baie nascoste, non c’é da stupirsi che cosí tanti animali si siano trasferiti in pianta stabile.

Castle Stalker

Il Castello di Stalker vicino ad Oban in Argyll | Foto di George Turner

Rimasto ad Oban per un po’ di tempo ho passato la maggior parte del tempo alla foce del lago Etive. Le opportinitá fotografiche sono state numerose nelle vicinanza di Oban e del Castello di Stalker (vedi le immagine di sopra). La mia scelta era stata ripagata…

Il mio nuovo amico/la mia nuova amica si fece vedere alle 9 del mattino. Dopo aver visto la sua contraddistinta onda a V che increspava l’acqua, ho seguito la lontra fino alla riva e l’ho fotografata immediatamente. È rimasta con me per appena 30 secondi ma credetemi è davvero un ricordo che non dimenticherò mai.

Otter in Argyll

Lontra al lago di Etvie, Argyll | Foto di George Turner

Ho trascorso il giorno successivo nella costa verdeggiante di Lochgilphead nella speranza di avvistare uno scoiattolo comune, che ora sono praticamente inesistenti dove abito io, nelle regioni di Dorset e Hampshire. Anche se non sono risucito ad incontrarli, la vista del pasaggio stupendo mi è bastata come ricompensa.

The Road

Strada in Argyll | Foto di George Turner

Mentre tornavo all’aeroporto di Glasgow per prendere il mio volo per casa, riflettevo sul tempo trascorso nelle Highlands. Con delle strade panoramiche come questa in foto non é difficile capire perché sia stato difficile partire e soprattutto perché ho preso la decisione di tornare al piú presto.”

Per vedere altre foto di George, visita la sua pagina Instagram ed il suo sito web.

Comments

Politica sui cookie

VisitScotland utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente sul nostro sito. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Si prega di leggere la nostra politica sulla privacy e sui cookie per ulteriori informazioni.