Il Blog

Trova l’autunno dorato nelle riserve naturali nazionali scozzesi

L’autunno, con la sua ricchezza di colore e di luce, è una stagione meravigliosa per uscire a esplorare le nostre montagne, le nostre foreste e le nostre coste, soprattutto se cerchi idee per tenere occupati i bambini nel periodo delle vacanze scolastiche.

Le splendide riserve naturali nazionali della Scozia sono i luoghi perfetti da dove iniziare. Con fantastiche opportunità per sfuggire da tutto e connetterti con la natura, sia che desideri una breve passeggiata, una gita avventurosa di un giorno o semplicemente oziare e osservare la fauna selvatica nel suo habitat, non ti deluderanno mai.

Eccoti 10 esperienze naturali superlative per l’autunno in Scozia, con l’indicazione della località dove potrai viverle.

1. Ascolta il bramito del Re della glen

Cervo rosso durante la stagione degli amori, Riserva nazionale naturale dell’Isola di Rum

In cervo rosso durante la stagione degli amori, Riserva nazionale naturale dell’Isola di Rum © Laurie Campbell/SNH

Il bramito del cervo rosso che attraversa una valle delle Highland è uno dei suoni più suggestivi della stagione e sentirlo di persona è un’esperienza da non perdere. Il cervo rosso è il più grande mammifero terrestre della Scozia e lo puoi scorgere e sentir bramire dalla fine di settembre in poi nelle diverse riserve naturali: da Ben Wyvis a settentrione a Cairnsmore nel meridione e da Mar Lodge Estate a oriente a Beinn Eighe a occidente. Per un’esperienza davvero speciale, fai un’escursione fino a Kilmory Bay dove potrai osservare i cervi in libertà nelle praterie costiere dell’ Isola di Rum.

2. Non perderti la stagione dei funghi

Finferli e muschio, Riserva naturale nazionale della Glen Affric

Finferli e muschio, Riserva naturale nazionale della Glen Affric © Lorne Gill/SNH

L’autunno porta con sé notti più fresche e piogge più frequenti ed è quindi la stagione migliore per i funghi. Sfidati a scoprire quanti funghi di colori diversi riesci a scorgere passeggiando tra i boschi.

Molte riserve naturali organizzano escursioni per funghi durante la stagione in località come Muir of Dinnet nel Royal Deeside e Beinn Eighe nel Wester Ross.

In alternativa, esplora la Glen Affric, considerata da molti come la più bella valle della Scozia, con i suoi meravigliosi laghi, le montagne e la foresta della Caledonia, con i suoi pini, le sue betulle e le querce.

L’area assume un colore bruno dorato in autunno, con accenti ocra, arancioni e gialli delle foglie di betulla e pioppo. I funghi, come gli enormi porcini, i finferli dorati e le spugnole appaiono come per magia di notte nei boschi umidi. Scopri di più con la guida ai funghi scozzesi dell’SNH.

3. Un tripudio di colori

Uno scorcio del Loch Lomond da Duncryne Hill, Loch Lomond e il Parco Nazionale dei Trossach

Uno scorcio del Loch Lomond da Duncryne Hill, Loch Lomond e il Parco Nazionale dei Trossach

In questo periodo dell’anno, la foresta pluviale temperata della costa occidentale della Scozia si trasforma con le svariate, vivaci tonalità di ruggine, rosso e ocra assunte dalle sue querce, betulle, salici e ontani.

Le felci aggiungono tenui variazioni di marrone e oro creando una vera fantasmagoria di colori. Goditi una passeggiata panoramica a Taynish nell’Argyll, Ariundle Oakwood sulla penisola di Sunart o The Great Trossachs Forest nel Loch Lomond e Parco Nazionale dei Trossach.

Esplora la più antica e ricca foresta scozzese di querce, frassini, sorbi e noccioli delle Foreste della valle del Clyde celata tra suggestive gole o visita le antiche e nodose querce di Cadzow vicino a Chatelherault.

4. Uno stormo di oche

Oche all'alba a Loch Leven, Perthshire

Oche all’alba a Loch Leven, Perthshire © Lorne Gill/SNH

Svegliati con il sorriso e pieno di energia per ammirare il passaggio delle oche migratici all’alba che rientrano dalle loro zone di riproduzione nell’Artico. L’arrivo di numerosissime oche facciabianca dalle Svalbard a Caerlaverock sul Solway Firth è uno dei momenti salienti del mese di ottobre.

Oppure puoi esplorare a piedi o in bicicletta il meraviglioso Loch Leven Heritage Trail che corre attorno alla Riserva Naturale Nazionale del Lago di Leven.

Soffermati presso uno dei tanti rifugi e ascolta il caratteristico richiamo “wink-wink” dell’oca zamperosee. Visita la mattina presto per ammirare lo spettacolo di grandi stormi in cerca di cibo o la sera quando ritornano a riposare.

5. Una festa di noci e bacche

Beccofrusoni comuni si nutrono di bacche di sorbo

Beccofrusoni comuni si nutrono di bacche di sorbo © Lorne Gill/SNH

In autunno gli alberi di sorbo di Creag Meagaidh saranno carichi di bacche di un rosso brillante: osserva i tordi migratori, come cesene e sasselli o beccofrusoni appena arrivati dalla Scandinavia.

Potresti anche scorgere merli dal collare locali che fanno la scorta prima di migrare a sud verso le montagne del Nord Africa per l’inverno.

Percorri un sentiero nei boschi di Glasdrum o Glen Nant più a occidente, che sarà punteggiato dal rosso vivo delle bacche di agrifoglio e dalle tonalità del giallo e del marrone di ghiande e nocciole che stanno giungendo a maturazione.

6. L’inverno è alle porte

Scorcio sopra Lochan an Ais verso Cul Beag e Stac Pollaidh, Knockan Crag, Assynt

Scorcio sopra Lochan an Ais verso Cul Beag e Stac Pollaidh, Knockan Crag, Assynt © Lorne Gill/SNH

I paesaggi montani scozzesi sono tra i più panoramici del mondo, sia che ti accontenti di fotografare la vista dal ciglio della strada o che preferisca intraprendere un’escursione impegnativa.

Brevi sentieri e un centro visitatori a Knockan Crag offrono uno spettacolare panorama sulle colline dell’Assynt, mentre Craigellachie ti riserva una delle migliori vedute del Parco Nazionale dei Cairngorm.

Per gli appassionati di escursionismo i paesaggi innevati e scolpiti nel ghiaccio di Glen Coe vicino a Fort William a ovest, o Corrie Fee nelle Angus Glens più a est, sono davvero imbattibili.

Potresti anche avvistare una pernice bianca o una lepre di montagna che cambia colore, passando dal manto estivo grigio a quello invernale bianco, mentre le colline ricevono le prime spruzzate di neve.

7. Splendide coste

Hermaness, sull’Isola di Unst, nelle Shetland, è la riserva naturale nazionale più settentrionale della Scozia

Hermaness, sull’Isola di Unst, nelle Shetland, è la riserva naturale nazionale più settentrionale della Scozia © Lorne Gill/SNH

La Scozia ha una costa lunga e incredibilmente varia, che puoi festeggiare insieme a noi nell’ambito del nostro Anno delle coste e delle acque 2020.

Dalle ampie spiagge sabbiose alle imponenti scogliere, questo litorale variegato supporta la fauna selvatica ed è perfetto da esplorare in autunno. Quando onde enormi si infrangono a riva con le burrasche, trasformando le reserve – come Hermaness sulle Shetland, in luoghi esilaranti dove apprezzare la potenza della natura.

Se sei davvero fortunato potresti anche scorgere mammiferi giganti come le orche da Noss sulle Shetland o le balene da St Cyrus o Forvie sulla costa orientale dell’Aberdeenshire.

8. Trampolieri e uccelli selvatici

La riserva di Forvie Sands illuminata al crepuscolo, Aberdeenshire

La riserva di Forvie Sands illuminata al crepuscolo, Aberdeenshire © Lorne Gill/SNH

Gli estuari scozzesi si animano in autunno, quando gli uccelli estivi si preparano a partire per lasciare il posto agli uccelli migratori invernali. Presta attenzione ai grandi stormi di trampolieri, tra cui i piovanelli maggiori, che fanno ritorno dai territori artici di riproduzione.

Ascolta il suggestivo fischiettio del fischione che inizia ad arrivare in grandi stormi dalle zone di svernamento in Russia.

Visita i capanni per l’osservazione degli uccelli a Loch Fleet sulla North Coast 500, a Forvie sull’estuario dello Ythan (dove troverai anche una chiesa in rovina semisommersa del XII secolo e numerosi branchi di foche che si crogiolano al sole) e a St Cyrus alla foce del fiume North Esk.

9. Gli scoiattoli si preparano

Scoiattolo rosso, Royal Deeside

Scoiattolo rosso, Royal Deeside © Lorne Gill/SNH

Chi potrebbe resistere a guardare scoiattoli rossi che si preparano per l’inverno, nascondendo il cibo in diversi angolini per evitare che venga scovato e sottratto da altri animali? In autunno questi carismatici personaggi lasciano crescere anche il loro folto mantello invernale in preparazione per le fredde notti a venire.

I boschi di Muir of Dinnet nel Royal Deeside pullulano di questi carismatici roditori, mentre a Tentsmuir sulla costa del Fife i visitatori del rifugio degli scoiattoli di Morton Lochs hanno ottime possibilità di scorgere e fotografare le loro birichinate.

10. Gli ultimi giorni d’estate

Una splendida Erebia aethiops, Parco Nazionale di Cairngorms

Una splendida Erebia aethiops, Parco Nazionale di Cairngorms © Lorne Gill/SNH

Passeggia nelle praterie o attraverso le radure dei boschi a Glasdrum o Beinn Eighe e cerca l’ultimo volo dell’Erebia aethiops, un lepidottero locale in grado di tollerare temperature più fresche di altre farfalle.

Altrove farfalle come l’occhio di pavone, il vulcano e la vanessa dell’ortica si nutrono prima di ibernare durante l’inverno in fresche stalle e annessi in luoghi che arrivano fino all’Isola of May nel Firth of Forth.

Queste sono solo alcune delle delizie che la fauna selvatica ha in serbo per te quest’autunno.

Scopri alcune delle specie più rappresentative della Scozia nel nostro calendario della fauna selvatica. Scopri qualche idea su cosa fare con i bambini nella nostra guida intitolata Brevi soggiorni autunnali in Scozia; in alternativa, potresti diventare un appassionato di foliage nei nostri boschi colorati.

 

Comments

Politica sui cookie

VisitScotland utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente sul nostro sito. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Si prega di leggere la nostra politica sulla privacy e sui cookie per ulteriori informazioni.