Consigli sul Coronavirus (COVID-19). Trova le informazioni piu’ recenti sui viaggi e sulle attivita’ Good to Go (a prova di Covid)

Il Blog

Leva l’ancora – esplora virtualmente le coste e le acque della Scozia

Abbiamo deciso di dirlo e basta: la Scozia è uno dei posti migliori in tutto il mondo per la barca a vela. Se non ci credi continua a leggere!

Yachts moored at Port Ellen, Isle of Islay

Alcuni Yachts attraccati a Port Ellen, nell’ isola di Islay

I paesaggi spettacolari, le baie nascoste ed il mare stupendo uniti al vento e al clima della Scozia offrono a skipper esperti e a novizi dell’arte nautica esperienze memorabili.

I nostri amici di Sail Scotland con molto impegno e dedizione hanno creato dei video a 360° che ti permetteranno di immergerti virtualmente in questi paesaggi restando seduto comodamente sul tuo divano. Questi meravigliosi video filmati in sette luoghi lungo la costa Ovest della Scozia e ad Inverness, a Nord, ti porteranno al centro dell’azione facendoti sentire un marinaio o un esploratore alla scoperta delle isole. Clicca e trascina il cursore mentre questi video vengono riprodotti per vedere l’immagine completa.

Dopo averli guardati siamo certi di averti convinto che #BisognaVisitareLa Scozia nel 2021, l’anno delle Coste e delle Acque della Scozia . Vieni con noi in questa odissea nel mare a 360° mentre ci dirigiamo verso Nord, lungo la costa Ovest.

ISLAY – L’ISOLA SCOZZESE DEL WHISKY

Il nostro viaggio inizia ad Islay, l’isola Scozzese del whisky. Qui troverai ben nove distillerie in un’isola di 25 miglia per 15. Islay è una destinazione molto popolare per chi ama un buon sorso di whisky, viaggiare in barca a vela ed osservare la fauna e la natura.

Islay è bella da visitare tutto l’anno ma Maggio in particolare, durante il Fèis Isle (il festival del malto e della musica di Islay) è un buon mese. In alternativa puoi anche visitare l’isola in autunno ed esplorare i laghi di mare di Indaal e Gruinart per assistere all’arrivo di migliaia di oche e cigni.

L’ISOLA DI STAFFA – MITI E LEGGENDE, MUSICA, FLORA E FAUNA SELVATICA

La nostra prossima tappa è Staffa. Questa riserva naturale nazionale, resa popolare da miti, leggende e brani musicali, si trova nei pressi dell’isola di Mull.

Una leggenda dice che il gigante Irlandese Fionn MacCumhaill fece costruire una strada sopraelevata per collegare la costa Irlandese all’isola di Staffa e battersi a duello con il suo rivale, il gigante Scozzese Benandonner. Secoli dopo questo evento mitologico, il compositore Tedesco Felix Mendelsshon rimase così ammaliato dall’isola di Staffa e dalla leggenda di Fingal (O Fionn MacCumhaill’s) che scrisse le sua ‘Overture delle Ebridi’.

Nei mesi più caldi questa isola diventa il rifugio delle pulcinelle di mare, simpatici uccelli con la faccia da pagliaccio, e di tanti altri uccelli di mare e con un po’ di fortuna potresti perfino scorgere gli squali elefanti. Le meravigliose colonne di basalto vulcanico a forma esagonale rendono l’isola una meta da non perdere. Diversi operatori di tour in barca organizzano viaggi nell’isola.

OBAN – L’INGRESSO ALLE ISOLE

Questa città vivace è il centro abitato più grande di Argyll ed è una meta popolare per marinai e turisti. Ci sono infatti diversi punti di ormeggio disponibili nella marina di Oban situata nell’isola di Kerrera, nella marina di North Pier Pontoons situata nel centro città e nella marina di Dunstaffnage che si trova lungo la costa. La disponibilità di numerosi punti di attracco unita alle rotte di viaggio coperte dai traghetti CalMac rende Oban il punto ideale di partenza per esplorare le isole.

Nel centro città ci sono numerosi ottimi ristoranti che servono piatti a base di pese e frutti di mare e gli amanti del whisky di certo non si faranno sfuggire l’opportunità di fare una visita alla distilleria di Oban.

Troneggiando sulla città la torre di McCaig offre una vista spettacolare della baia. Nelle vicinanze puoi anche visitare i castelli di Dunollie e Dunstaffnage, un tempo roccaforti degli influenti nobili delle isole. Non perdere l’occasione di visitare l’isola di Kerrera con l’imponente castello di Gylen ed il Kerrera Tea Garden.

L’ISOLA DI CANNA – L’ISOLAMENTO DELLE PICCOLE ISOLE

Canna, una delle piccole isole delle Ebridi  interne situata a Sud Ovest dell’isola di Skye. Quest’isola abitata fin dai tempi del Neolitico è ricca di siti archeologici ed offre numerose testimonianze della cultura Gaelica. In questa piccola isola e nella vicina isola di Sandy, collegata all’isola di Canna da una strada rialzata, ci sono solo 20 edifici in tutto, tre dei quali sono chiese imponenti che valgono davvero la pena di essere visitate. In queste isole ci sono anche numerose spiagge meravigliose da esplorare.

Anche se l’isola è abitata solo da una piccola comunità locale rurale la gente del luogo è molto gentile ed accogliente e grazie ai suoi 10 ormeggi comunitari per gli yacht in visita è un ottimo posto per attraccare se hai deciso di esplorare le isole in barca a vela.

Fai una sosta al caffè di Canna dai un’occhiata all’ufficio postale o al negozio della comunità oppure fai una passeggiata intorno all’isola seguendo uno dei percorsi autoguidati.

LE ISOLE DI MINGULAY, BERNERAY AND PABBAY – LE ISOLE AI MARGINI

Il nostro viaggio continua verso ovest, nella parte sud delle Ebridi esterne alla scoperta delle isole selvagge di Mingulay, Berneray e Pabbay. Queste isole deserte ai margini dell’Europa, attualmente sotto la custodia del National Trust for Scotland, sono un luogo perfetto per attraccare per i marinai che si trovano ad esplorare la zona, specialmente se hanno un interesse per la natura e la fauna selvatica.

Visita queste isole d’estate per vedere le impressionanti scogliere alte 250 metri brulicare di uccelli di mare intenti a nidificare ed esplora il villaggio fantasma di Mingulay, immaginando i tempi passati in cui la gente ancora vi abitava. Nell’isola di Pabbay troverai una delle uniche due pietre scolpite dei Pitti delle Ebridi Esterne.

St Kilda – ISOLAMENTO INCANTEVOLE

Questa remota Riserva Naturale Nazionale, situata 40 miglia ad ovest delle Ebridi Esterne, si trova ai margini dell’Europa ed è l’unico sito del Regno Unito con doppia nomina come patrimonio mondiale sia naturale che culturale dell’UNESCO.

Le isole di St Kilda nell’Oceano Atlantico sono tra le più menzionate nelle liste di luoghi da esplorare e nei mesi estivi ospitano numerosi uccelli di mare. Gli ultimi abitanti evacuarono l’isola nel 1930 ed attualmente non ci sono residenti permanenti.

Fai attracco al riparo della baia di Village nell’isola di Hirta, luogo perfetto per una sosta, ed osserva le scogliere più alte del Regno Unito. Trascorri il tempo a riva esplorando le antiche abitazioni dell’isola e osservando le migliaia di uccelli che la abitano. Oppure viaggia in barca a vela tra Hirta e le isole di Dùn, Soay e Boreray.

L’ISOLA DI SKYE – EILEAN A’CHEO – L’ISOLA NELLA NEBBIA

L’isola di Skye senza dubbio ti ammalierà con il suo fascino! Le cime elevate delle montagne di Cuilli, le baie protette perfette per chi naviga, l’ampia scelta di whisky dalle distillerie Talisker, Toabhaig e la vicina distilleria dell’isola di Raasay, la storia antica dei luoghi e le misteriose leggende che li circondano ti lasceranno a bocca aperta.

Non perderti la spettacolare baia di Talisker ed il museo della vita isolana. Leggi di piú sulla bandiera fatata del castello di Dunvegan. Oppure prendi un traghetto e raggiungi la vicina isola di Raasay, che compare nella serie televisiva trasmessa sul canale 4 ‘Chi osa vince’ ed è stata votata come ‘Migliore isola da visitare nel 2020’ da Conde Nast Traveler. Assaggia i piatti fantastici dell’isola, rilassati e imposta il tuo orologio all’#oradiSkye.

Loch Ness – DELFINI, NESSIE ED IL CALEDONIAN CANAL

La nostra ultima tappa di questo viaggio a 360°é il famoso Loch Ness. Con le sue 22 miglia di lunghezza questo è il lago più grande per volume del Regno Unito-c’è piu acqua dolce in questo lago che in tutti quelli dell’Inghilterre e del Galles messi assieme.

Ed è anche molto profondo, 230 metri per essere precisi. Questo lo rende il nascondiglio perfetto per un timido mostro preistorico!

Loch Ness è anche parte del fantastico Caledonian Canal, che dovrebbe essere incluso nella lista di luoghi da visitare di ogni marinaio che si rispetti. Percorrendo la lunghezza di questo canale che collega Fort William ad Inverness potrai osservare la chiusa a gradini di Nettuno ed i laghi di Lochy, Oich, Ness e Dochfour che creano uno dei panorami più belli d’Europa.

Se visiti Inverness, la capitale delle Highlands, assicurati di aver tempo a sufficienza per fare un gita in barca nel Moray Firth dove ci sono buone possibilità che tu veda i delfini a naso di bottiglia che vi risiedono, mentre emergono dalle acque o dediti alla caccia.

Una visita virtuale delle Coste e delle acque della Scozia e senza dubbio un buon passatempo ma non può sostituire l’esperienza emozionante di un viaggio vero e proprio in Scozia. Cosa stai aspettando? Viaggia in barca a vela e visita questi posti!

 

Comments